Portale Informativo dei Cimiteri della Città di Messina

Polizia Mortuaria - Gestione Operazioni Cimiteriali

Si tratta delle operazioni necessarie alla gestione delle salme e resti mortali nei cimiteri e rientrano fra gli adempimenti previsti dal D.P.R. n. 285/90 e dalle norme collegate e correlate.

Aspetti di dettaglio possono essere definiti dal Comune anche attraverso appositi disposizioni dirigenziali di servizio.

L'effettuazione dei servizi cimiteriali di sepoltura, nonché l'esecuzione delle opere murarie e di scavo/reinterro eventualmente connesse, dovranno essere assicurate tempestivamente, in base alle necessità, e garantite nell’intero arco della settimana.

Durante lo svolgimento di qualsiasi operazione cimiteriale, ed in particolare di esumazioni ed estumulazioni, dovranno essere adottati gli accorgimenti necessari per prevenire danni alle sepolture circostanti, che comunque dovranno essere subito ripulite da eventuali residui di rifiuto, terriccio, polvere o calcinacci. Inoltre, per tutti gli interventi connessi alle sopra citate operazioni cimiteriali in sepolture ultracentenarie, si dovrà tenere conto delle indicazioni  e dei nulla osta vincolanti della Sovrintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali.

Le operazioni cimiteriali connesse alla gestione delle salme sono le seguenti:

a) InumazionePer inumazione si intende il seppellimento del cadavere in una fossa scavata nella terra. Il Dipartimento predisporrà il personale per eseguire i lavori in modo cronologico ed operativo secondo quanto descritto di seguito:

trasporto del feretro dall'ingresso del cimitero fino al posto di inumazione, escavazione della fossa,  di dimensioni previste dalla normativa vigente, con idoneo spazio fra le singole fosse, deposizione del feretro nella fossa, chiusura e riempimento della fossa con terra di risulta dello scavo (la terra scavata in profondità andrà posta in prossimità della superficie e viceversa), pulizia dell'area circostante il posto di inumazione, successiva aggiunta di terreno fino al definitivo livellamento.

b) Esumazione: Per esumazione si intende la verifica dello stato trasformativo della salma posta in una tomba in terra, al fine di compiere le operazioni conseguentemente ammesse e programmate (si effettuano alla scadenza del decennio dalla data dell’ultima inumazione ed a condizione che si sia completato il processo di mineralizzazione dei cadaveri) . Il Dipartimento predisporrà il personale ad eseguire gli interventi in modo conforme alla programmazione predefinita, secondo quanto descritto di seguito:

escavazione della fossa, verifica dello stato trasformativo ed eventuale sollevamento e raccolta del feretro contenente il cadavere o resto mortale, successivo riempimento della fossa con terreno di scavo e di riporto fino a livellamento del terreno (salvo il caso di successivo imminente utilizzo per inumazione), pulizia della zona circostante la fossa.

All’operazione di esumazione va acclusa la rimozione dei rifiuti di risulta, l’eventuale trasferimento della salma indecomposta in altra bara, l’eventuale trasferimento  dei  resti ossei in cassettina ossario, nonché il successivo smaltimento dei rifiuti provenienti dall’operazione, nei modi di legge.

c) Tumulazione: Per tumulazione si intende il seppellimento di un feretro contenente salma in una tomba edificata in muratura o cemento armato, od altri simili materiali da costruzione.

Il Dipartimento, secondo la tipologia di manufatto cimiteriale, predisporrà il personale per eseguire i lavori in modo cronologico ed operativo secondo quanto descritto  di seguito:

trasporto del feretro dall'ingresso del cimitero fino al posto di tumulazione, rimozione del sigillo del loculo, e quanto altro presente e che impedisca lo svolgimento dell'operazione, tumulazione del feretro, chiusura del loculo, costruzione e rimozione di eventuali impalcature, pulizia della zona circostante.

Qualora trattasi di tumulazione di cadavere il tumulo deve essere ermeticamente chiuso con muro di mattoni o piastra cementizia a norma di legge e successiva sigillatura degli interstizi e delle fessure libere.

d) Estumulazione: Per estumulazione si intende la verifica dello stato trasformativo della salma posta in una sepoltura, in tumulo, al fine di compiere le operazioni conseguentemente ammesse e programmate ( si effettuano alla scadenza della concessione o, indipendentemente dal periodo trascorso, ove risulti completato il processo di scheletrizzazione del cadavere). Il Dipartimento predisporrà il personale ad eseguire gli interventi in modo conforme alla programmazione predefinita, secondo quanto descritto di seguito:

rimozione della lapide e di quanto altro presente e che impedisca la svolgimento

dell'operazione, apertura del loculo ed estrazione dal loculo del feretro per verifica dello stato trasformativo, costruzione e rimozione di eventuali impalcature, eventuale trasferimento del cadavere indecomposto in altra bara, eventuale raccolta dei resti mortali ossei in cassetta ossario, raccolta e smaltimento dei rifiuti, pulizia della zona circostante, disinfezione del loculo.

La rimozione dei rifiuti avviene con criteri analoghi a quelli indicati per l’esumazione.

e) Esumazioni ed estumulazioni disposte dall’Autorità GiudiziariaIl Dipartimento garantirà il compimento di tutte le operazioni di esumazioni o estumulazioni straordinarie, secondo gli ordini impartiti dalle Autorità Giudiziarie competenti; le stesse possono essere effettuate anche prima dello scadere del decennio, previa autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria e nei casi di cui agli artt. 83 e 88 del D.P.R.n°285/90.

f) Traslazione:

Per traslazione si intende lo spostamento di una salma da una sepoltura ad un’altra del cimitero ovvero verso altri cimiteri.